Lillinet Liste & Newsletter

Please register or log in.
                       
Messaggi Register, if you want to post
Testo del messaggio
Da:  sanjacopo
A: 12.07.2009 03:06
Argomento: 3 volte No al Nucleare !!!

Tre iniziative concrete perché non venga calpestata la volontà del popolo italiano che nel 1987, con un referendum partecipatissimo, ha decretato di voler uscire dal nucleare: 1) informatevi e parlate a tutte le persone che incontrate o che conoscete della questione, fate girare a più non posso le informazioni e questo tipo di iniziative, occorre smentire "l'inganno di stato" che il nucleare ormai è pulito e sicuro, e che ci libera dalla dipendenza energetica 2) aderite alla petizione NON ABBIAMO BISOGNO DEL NUCLEARE http://hcqygw.blu.livefilestore.com/y1pV5o9JWY3kOwVFfTsOgqKBoZQSnIsn6lJHdQbS6GkytuO9Y7kMeXBOU70ZWxc2owdjC_y6o81XZvK2DJH31sniw/ani_no_nucleare.gif http://www.perilbenecomune.org/index.php?mod=petition 3) se siete clienti ENEL potete inviare all'azienda una comunicazione simile alla seguente lettera: Spett. Enel Servizio elettrico S,p.a. Viale “Regina Margherita” 125 Roma Il popolo italiano ha votato a larghissima maggioranza, con i 3 referendum del 1987, l'uscita definitiva dell'Italia dall'avventura nucleare, come hanno deciso anche Austria e Polonia (che non hanno avviato le loro centrali già costruite), Danimarca, Grecia, Norvegia e Irlanda (che hanno rinunciato alla loro costruzione), Germania, Belgio, Olanda, Spagna e Svezia (che hanno deciso di non costruire più centrali nucleari nel loro territorio, puntando sulle energie rinnovabili). Inoltre la tecnologia nucleare, anche se di 3a generazione, produce rifiuti radioattivi di difficile e costoso smaltimento. Molti scienziati, tra cui il premio Nobel per la fisica Carlo Rubbia, sono molto scettici o contrari alla costruzione di fonti energetiche di questo tipo. Nel mondo in queste ore il quantitativo energetico prodotto con le varie fonti rinnovabili, tutte fondamentali e da sviluppare, ha superato il totale dell’energia prodotta con le centrali nucleari e si appresta a doppiarlo entro la fine del 2009. Ciò premesso, io …………………………………………….. per ragione e coscienza non posso più restare cliente di una società che da una parte promuove le energie rinnovabili quali il solare e l’eolico, e per questo le riconosco il merito, ma dall’altra collabora alla costruzione di centrali nucleari all’estero e ne commercializza il prodotto, asseconda le pressioni governative del momento, preparandosi a collaborare alla costruzione di centrali nucleari sul territorio Italiano nell’ottica di una politica energetica anacronistica e dissennata. Quindi comunico la mia decisione di recedere dal contratto di fornitura di energia elettrica se l’ENEL non rinuncerà a collaborare alla costruzione, e all’utilizzo di centrali nucleari rispettando così la legge che il popolo italiano ha voluto attraverso un referendum. Certo della vostra attenzione. Distinti saluti ………….. Numero Cliente………………………
Data/Ora del sistema: 17.08.2018 05:15
Ci sono 4 visitatori e 0 utenti sul sito in questo momento.
Liste: 60
Discussioni: 13212
Messaggi: 21066
Utenti registrati: 18728
Powered by Mailgust 2.0.pre.5