Lillinet Liste & Newsletter

Please register or log in.
                       
Messaggi Register, if you want to post
Testo del messaggio
Da:  moni.disisto
A: 24.09.2009 11:48
Argomento: =?UTF-8?Q?Domani_a_Genova_orto_=C3=A0_porter,_shampo_globetrotter,_c?= =?UTF-8?Q?osmetici_bio_dei_carrugi_i:_arriva_Fa'_la_cosa_giusta!?=


FA' la cosa giusta a Genova http://www.falacosagiusta.org Info stampa FAIR _ Monica Di Sisto _ 335 8426752 _ [email protected] - Alberto Zoratti _ 349 6766540 _ [email protected] - Enrico Testino _ 347 6419212 _ [email protected]----------------------------------------------------------------------- A GENOVA UN MONDO DI SCELTEDal 25 al 27 settembre al Porto Antico si apre la II edizione di Fa' la cosa giusta: stand, incontri, progetti, prodotti, soluzioni uniche per un mondo diverso in costruzione: soluzioni per una corretta gestione dei rifiuti, orti in piazza, leggi e soluzioni per le energie alternative, economie alternative, commercio equo e solidale, esperti e testimonial dal “sud del mondo”, convegni, tavole rotonde, laboratori e seminari per tutti! Se verrete in fiera troverete... - Se i cittadini non vanno all’orto… l’orto và ai cittadini: in fiera e nelle piazze genovesi, da Vesima, la sperimentazione più vecchia in Italia, arriva l’ordinata confusione dell’orto sinergico…fiori e piante insieme per una agricoltura sostenibile- Shampoo e bagno doccia globetrotter: prodotti sostenibili realizzati con competenze e prodotti tra Genova, Brasile, Tanzania, Marocco- I cosmetici bio dei carrugi: la prima gamma de I Provenzali, azienda genovese, di prodotti definiti Cosmetici Biologici con certificazione CCPB (organismo per il Controllo Prodotti Biologici)- il negozio che… risparmia il mondo: LA FORMICA, alla Foce, per acquistare insieme, in modo diverso e sicuro, prodotti per la casa come…il detersivo alla spina

Tutto questo e molto altro è la la Fiera FALACOSAGIUSTA: un mondo in movimento Arriva l’ORTO A' PORTER: da Vesima, la sperimentazione più vecchia in Italia, arriva nelle piazze di Genova l’ordinata confusione dell’orto sinergico…fiori e piante insieme per una agricoltura sostenibileSe i cittadini non vanno all’ orto, l’ orto va dai cittadini! Questo il messaggio che gli attivisti di Terra porteranno ai cittadini genovesi sabato 26 settembre nelle principali piazze genovesi. Gli attivisti di Terra!parteciperanno alla fiera “Fa’ la cosa giusta”il 25,26,27 settembre al Porto antico di Genova. Dopo aver lanciato questa estate a Vesima, dove è presente uno dei più antichi orti sinergici italiani, il progetto “orti di paglia, in città! gli attivisti questa volta hanno deciso di realizzare un orto sinergico su un mezzo di trasporto: un porter. I visitatori potranno visitare l’ orto mobile per tutta la giornata di sabato, grazie alla presenza dei volontari che spiegheranno i principi dell’ agricoltura naturale e diverse tecniche di serre auto-costruite con materiale di recupero. Il tutto accompagnato dal gruppo musicale” Extemporaneo Trio” che sarà presente allo stand sabato mattina.Il gruppo jazzista, non nuovo in queste iniziative, porta avanti su scala nazionale il progetto Agri-jazz- una ricerca sul blues delle origini in collaborazione con i contadini critici- spiega Massimo Mennuni cantante del gruppo. Nel pomeriggio il gruppo di Terra! raggiungerà, insieme all’orto-mobile, Piazza de Ferrari e Caricamento per poi tornare al porto antico dove Sonia Ugolotti, cantante genovese terrà un concerto di musiche popolari contadine. Un orto in agricoltura sinergica – dichiara Giorgia Bocca coordinatrice del gruppo genovese-fa bene all’ ambiente, aiuta a provvedere al proprio auto sostentamento alimentare e interrompe la dipendenza da idrocarburi che in agricoltura fa emettere grandi quantità di CO2. Le emissioni di CO2, in campo agricolo sono molte elevate. L’orto sinergico nasce dagli studi di uno scienziato giapponese e arriva in Italia una decina di anni fa, si basa sul concetto di seguire i ritmi della natura intervenendo per riequilibrare il sistema. E’ composto da diverse piante, sia commestibili che fiori, coltivate insieme così da riprodurre quello che la natura normalmente compone e sviluppa garantendo un pieno e costante nel tempo sviluppo della coltivazione.Nella giornata di domenica i volontari di Terra! costruiranno una compostiera da giardino con bancali di legno e mini-compostiere da terrazza costruite con cassette di legno. Un modo per ottimizzare i rifiuti organici anche sul balcone di casa. Il cambiamento per raggiungere la sostenibilità ambientale è possibile-aggiunge la coordinatrice del gruppo- ma per ottenerlo si devono sperimentare relazioni nuove tra cittadini, quartieri e città.Shampoo e bagnodoccia che regalano dignità… un progetto di cooperazione internazionale che mette insieme le migliori capacità e prodotti tra Genova, Brasile, Tanzania, Marocco In Fiera si trovano prodotti costruiti insieme, con attenzione alla sostenibilità, ai diritti, alla salute, con progetti di cooperazione che mettono insieme le competenze e prodotti migliori molte parti del mondo. Uno dei tanti esempi che si potranno trovare in Fiera è la nuova linea Lympha Benessere: shampoo e bagnodoccia equosolidali e certificati biologici (http://www.lympha.eu) a base di tensioattivi esclusivamente vegetali derivati da olio equosolidale e biologico di Babassù brasiliano ed olio di cocco. L’olio di babaçu è un prodotto utilizzato anche dalle industrie locali di sapone, ma le cooperative di commercio equo pagano le noci di questa palma un prezzo più alto rispetto a quello che i produttori potrebbero ottenere dagli “intermediari” delle grandi imprese. Dalla Tanzania e dal Marocco arrivano gli aromi naturali come vaniglia, agrumi, zenzero.La palma di Babaçu, anche chiamata l’albero della vita, cresce spontaneamente in zona amazzonica e pre-amazzonica. Il frutto della pianta, il cocco di babaçu, viene raccolto senza che essa venga tagliata. L’utilizzo di questa risorsa naturale è dunque mezzo di preservazione della foresta brasiliana così come del sostegno. Nessun derivato del petrolio per Lympha Benessere che non è testata su animali, ed è importata e lavorata da una rete di quattro organizzazioni del commercio equosolidale tra cui la genovese Fair. L’azienda genovese I Provenzali lancia alla Fiera ”PROVENZALI BIO”, la prima gamma di prodotti definiti Cosmetici Biologici con certificazione CCPB (organismo per il Controllo Prodotti Biologici)Consumo critico e sostenibilità sono ormai sinonimi di vita quotidiana, non più di eccezionalità nelle scelte di consumo. Per questo le nuove linee della cosmesi e del benessere considerano l’equità e l’armonia con la natura elementi inscindibili di una qualità realmente superiore. Le aziende che hanno scelto di essere dignitose, rispettose, sostenibili attuano costantemente soluzioni per garantire trasparenza e salute come il marchio di Genova I Provenzali.I Provenzali (http://www.iprovenzali.it), tra i principali sponsor di Fa’ la cosa giusta!, si avventurano in un nuovo progetto: il lancio sul mercato di una linea completamente biologica all’Olio di Argan. Un’innovativa linea cosmetica che declina le proprietà dell’oro per la pelle in cinque prodotti: Olio Vegetale Puro di Argan, Burro di Argan, Gel Corpo Argan, Balsamo Labbra Argan, Sapone di Bellezza Argan. Nasce così I PROVENZALI BIO, la prima gamma di prodotti certificati realmente definiti Cosmetici Biologici. I Provenzali, marchio Genovese leader nella cosmesi naturale, affronta così una nuova e più difficile prova: ottenere la Certificazione di Azienda Produttrice di cosmetici Biologici. La certificazione CCPB (organismo per il Controllo Prodotti Biologici) è tra le più difficili da ottenere, ma è anche quella che offre più garanzie in termini di qualità, sicurezza e credibilità. E da settembre il negozio che… risparmia il mondoLA FORMICA, alla Foce per acquistare insieme in modo diverso e sicuro prodotti per la casa come…il detersivo alla spinaIl progetto ha come obiettivo primario la costituzione di un punto commerciale per la vendita al pubblico di prodotti di alta qualità per la casa che presentino caratteristiche di sostenibilità ambientale, ma anche una spiccata convenienza economica. Uno dei prodotti principali sarà il detersivo - per i diversi usi domestici - venduto senza imballaggi, tramite appositi erogatori “alla spina”. In linea con la filosofia del progetto ogni prodotto disponibile presso il punto vendita avrà caratteristiche, nei materiali e nelle proprie funzioni, atte a perseguire i seguenti obiettivi: limitare l'impatto ambientale e ridurre i costi economici.In particolare, oltre ai detersivi “alla spina”, saranno disponibili prodotti per: l'igiene personale e la cura del corpo, la raccolta differenziata (contenitori per la raccolta e per il compostaggio domestico), l'efficienza energetica (illuminazione a basso consumo, tecnologie per ottimizzare gli impianti termici e idraulici), la mobilità sostenibile, strumenti per risparmiare, purificare e gasare l'acqua; prodotti che sfidano l'usa e getta nella vita di tutti i giorni (borraccette per uso quotidiano, pannolini lavabili per bimbi, mooncup e molto altro); fino ad arrivare ad una linea di cosmetica naturale basata sull'olio extravergine delle colline liguri del ponente.Oltre alla vendita a LA FORMICA, fornirà al cliente un servizio di consulenza nei campi dell'efficienza energetica, delle fonti alternative di energia, della bio-edilizia e dei migliori strumenti tecnologici e legislativi (incentivi) legati a questi campi. Ci si propone dunque costruire nel tempo una vera e propria rete di soggetti – professionisti, tecnici, produttori, rivenditori – di supporto all'attività, che mettano a disposizione delle diverse esigenze del cliente le proprie competenze. Il “negozio” si pone anche come punto di riferimento per i numerosi GAS (Gruppi di Acquisto Solidale), gruppi di cittadini che acquistano collettivamente per realizzare un minore impatto ambientale, una attenzione alla qualità del cibo, un sostegno ai produttori locali. FALACOSAGIUSTA! Un mondo in movimento Dal 25 al 27 settembre 2009 a Genova, Piazzale delle Feste, del Porto Antico, sbarca la seconda edizione di Fa’ la cosa giusta!, la fiera ligure del consumo critico e degli stili di vita sostenibili che dopo Milano, Trento, Piacenza, Torino e Parma ha aggiunto Genova nelle città che promuovono la fiera delle economie sostenibili. Dopo il successo della prima edizione, che ha visto oltre 35mila persone visitare gli stand espositivi e partecipare alle decine di seminari, la Fiera riconferma la propria location all’interno della storica e evocativa cornice del Porto Antico di Genova progettato da Renzo Piano e occupa il Piazzale delle Feste, una struttura che si spinge in mare ed è sostenuta da un gigantesco “Bigo” (le “gru” da navi che si usavano per issare a bordo le merci).Alla fiera, oltre a migliaia di prodotti il visitatore potrà trovare idee per il futuro da mettere in pratica …da subito in decine di laboratori e seminari per bambini/e e tutti gli interessati, convegni con esperti, dibattiti, alcune tra le più interessanti realtà che stanno, di fatto, costruendo un mondo sostenibile e dignitoso. La Fiera “Fa la Cosa Giusta – Fiera del Consumo Critico e degli Stili di Vita Sostenibili” è organizzata da Arci Genova, Coordinamento Soci Banca Etica Circoscrizione Genova, Fair, Gruppo di Acquisto Solidale Birulò, La Bottega Solidale, Legambiente Liguria, Manitese Genova, Movimento Difesa del Cittadino, Rete Lilliput Genova, da un’idea di Terre di Mezzo Eventi, con il sostegno di Regione Liguria e Provincia di Genova, in collaborazione con Celivo, con il Patrocinio di Comune di Genova. Main sponsor: “I Provenzali” ed Amiu. FALACOSAGIUSTA porta all’attenzione di tutti per tre giorni le realtà del mondo sostenibile che stanno già costruendo, giorno per giorno, un mondo più dignitoso, giusto, rispettoso dei diritti, della dignità, della salute, degli spazi di benessere sociale e personale. UN MONDO DI SCELTE è lo slogan di quest’anno per la fiera 2009 di Genova ed è con centinaia di idee, prodotti, tecnologie per il futuro che i visitatori della fiera potranno confrontarsi. Infatti chi visiterà la fiera potrà avere diverse opzioni di vivere gli spazi e le giornate della fiera e sperimentare le scelte di vita portate al Porto Antico:- prodotti, tecnologie, servizi del mondo sostenibile: oltre 70 stand di produttori: da aziende agricole biologiche a aziende del settore delle energie alternative, dall’editoria di settore a produttori di servizi (come turismo responsabile, finanza etica, ecc…), dal commercio equo e solidale alla cooperazione sociale e associazionismo di settore. - Incontri, dibattiti, convegni: per tutti e tre i giorni la fiera proporrà occasioni di incontro e dibattito con esperti nazionali su diversi temi ritenuti centrali.. Incontri su energia, pace, grandi opere, finanza, agricoltura, beni comuni e molti altri. - Istruzioni per il presente e il futuro: Laboratori per bambine/i, e chiunque voglia sperimentare confrontarsi con idee, tecnologie, tecniche di compostaggio, gestione conflitti, proprietà intellettuale, manutenzione biciclette, orti urbani, software libero.
Data/Ora del sistema: 24.02.2018 03:00
Ci sono 0 visitatori e 0 utenti sul sito in questo momento.
Liste: 60
Discussioni: 13212
Messaggi: 21066
Utenti registrati: 17740
Powered by Mailgust 2.0.pre.5